IPFI   Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia 
     Home      Galleria      Forum oggi è Giovedi 09 aprile 2020


 Portale della Flora d'Italia
 
 
Nomenclatura e Caratteristiche
 
Per accedere a tutte le potenzialità di IPFI è necessario essere iscritti al forum e aver effettuato il login.
 

Fabaceae
Astragalus alpinus L.

Riferimenti bibliografici:
Sp. Pl.: 760 (1753)

Entità presente in
Conti F. & al. (2005) An annotated Checklist of the Italian Vascular Flora. Palombi Editori, Roma, 420 pp.

Per dettagli vedi la distribuzione regionale.

 

SINONIMI
Phaca astragalina L.

RIFERIMENTI NEI PRINCIPALI REPERTORI
Checklist 2018, in Bartolucci & al., Galasso & al. e aggiornamenti
Astragalus alpinus L.

"Flora d'Italia", S.Pignatti, 2017-2019
Astragalus alpinus L.
Vol. 2 pg. 481 key 4-568
Astragalus sempervirens subsp. alpinus Pignatti
Vol. 2 pg. 475

"An annotated Checklist of the Italian ...", F. Conti & al., 2005
Astragalus alpinus L.
pg. 58 riga 29

"Flora d'Italia", S.Pignatti, 1982
Astragalus alpinus L.
Vol. 1 pg. 656

"Flora Alpina", D.Aeschimann & al., 2004
Astragalus alpinus L.
Vol. 1 pg. 842

"Nuova Flora Analitica d'Italia", A.Fiori, 1923
Astragalus alpinus L.
Vol. 1 pg. 886
Astragalus campestris β alpinus Fiori
Vol. 1 pg. 888

NOMI ITALIANI
Astragalo alpino


ETIMOLOGIA
Astragalus: [Fabaceae] da astrágalus, una leguminosa citata da Plinio (forse dal greco ἀστράγαλοϛ astrágalos astragalo, aliosso, tallone, vertebra, un osso utilizzato da greci e romani per ottenere anche dadi da gioco a cui si richiama la forma spigolosa dei semi (secondo A. Gentil e Dave’s Garden) opputre delle radici nodose (secondo D. Gledhill e Flowers in Israel). Secondo A.Neill, il nome deriverebbe invece da ἀστήρ astér astro, stella e da γάλα gála latte, per la forma e colore del fiore e perché si riteneva che incrementasse la produzione di latte delle capre che se ne cibano, come anche il nome comune inglese Milk vetch sembrerebbe confermare)
alpinus: da Alpes, la catena montuosa delle Alpi:
  • (Acinos, Alchemilla, Aquilegia, Aster, Cicerbita, Circaea, Clematis, Epimedium, Erigeron, Galanthus, Hutchinsia, Indigofera, Laburnum, Leontopodium, Linus, Lotus, Lycopodium, Melolobium, Papaver, Pinguicula, Pulsatilla, Rumex, Senecio ecc. ecc.) delle Alpi, alpino in senso lato, d'ambienti sulle alte montagne in qualsiasi continente
  • (Aspicilia, Bacidia, Biatora, Cladonia, Cortinarius, Lactarius, Lecanora, Heterotextus, Pertusaria, Peziza, Physarum, Russula, Stereoculon, Uromces ecc. ecc.) funghi d'ambienti di quote elevate

NB: alcuni testi di etimologia distinguono tra alpinus, relativo alla fascia altitudinale oltre il limite delle piante, e alpester, della fascia altitudinale sottostante, ma gli autori nel pubblicare nuove specie raramente si sono attenuti a questa suddivisione


TASSONOMIA FILOGENETICA
 
Magnoliophyta 
 
Eudicotiledoni 
 
Rosidi 
Ordine
Fabales Bromhead 
Famiglia
Fabaceae' Lindl.
Tribù
Astragaleae 
Genere
Astragalus L.

Reveal J.L. (2011): Genere attribuito alla stessa famiglia
Superordine       Rosanae Takht.
Ordine                Fabales Bromhead
Famiglia             Fabaceae Lindl.


Stevens, P.F. (2017, ver.14, APW): Genere attribuito alla stessa famiglia
Ordine                Fabales Bromhead
Famiglia             Fabaceae Lindl.



Astragalus alpinus L.
Foto 1di 14  pagina successiva    ultima pagina  

L'album Astragalus alpinus L. contiene immagini.
Immagini dell'entità Astragalus alpinus L. presenti.


DAL FORUM




LINK AD ALTRI REPERTORI ESTERNI
 Altri links disponibili solo agli iscritti

FORMA BIOLOGICA
H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

TIPO COROLOGICO
Artico-Alp.(Eurasiat.) - Zone artiche dell'Eurasia e alte montagne della fascia temperata.

ESOTICITÀ
Entità indigena

PROTEZIONE
Entità non protetta

UTILIZZI
Nessun utilizzo noto


Pianta vascolare con fiori e semi (Angiospermae). Colori dominanti del perianzio:
bianco


SEMI ED ALTRE UNITÀ PRIMARIE DI DISPERSIONE
I frutti sono utricoli (Spjut) ellissoidi, attenuati alle estremità, carenati ventralmente e profondamente scanalati sul dorso, ricoperti da folti peli nerastri, ma glabrescenti a maturazione, misurano 3-4 x 8-15 mm. Semi lisci di 2,5-3 × 2-2,5 mm.



Acta Plantarum - Flora delle regioni italiane - Un progetto "open source"
  Licenza Creative Commons
Acta Plantarum è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale . Tutti i diritti di Copyright © riservati agli autori se citati a cui va richiesta autorizzazione scritta per copia ed uso.    Acta Plantarum is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License . All Copyright © rights reserved by mentioned authors; written authorization to be required for copy and use.

Come citare questa pagina: Acta Plantarum, 2007 in avanti - "Astragalus alpinus L. - Scheda IPFI, Acta Plantarum". Disponibile on line (data di consultazione: 09/04/2020): http://www.actaplantarum.org/flora/flora_info.php?id=1017
How to cite this page: Acta Plantarum, from 2007 on - "Astragalus alpinus L. - Scheda IPFI, Acta Plantarum". Available on line (access date: 09/04/2020): http://www.actaplantarum.org/flora/flora_info.php?id=1017