Glossario dei termini botanici
(a cura di Giuliano Salvai e Giovanni Dose)

Opzioni

Selezionare lettera iniziale  A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z



Riproduzione o propagazione
E' il meccanismo mediante il quale viene conservata la specie degli esseri viventi, si distinguono:

Riproduzione o propagazione agamica o vegetativa quando un solo inviduo è sufficiente a riprodurre la specie,
e più precisamente si parla di:
-Propagazione clonale che non prevede la produzione del seme, si verifica quando nuovi individui prendono origine da particolari strutture (bulbi, bulbilli, stoloni, rizomi, tuberi, polloni) presenti nell'individuo di partenza al quale sono geneticamente identici. Questo tipo di propagazione può essere originato anche artificialmente con tecniche di talea, innesto, margotta, ecc.
- Propagazione apomittica che prevede la produzione del seme senza fecondazione, senza o con un parziale intervento del genitore padre, con sviluppo di semi, apparentemente uguali a quelli generati dai processi sessuali, ma con il patrimonio genetico uguale a quello della pianta madre.

Riproduzione sessuata o gamica, è il risultato della fusione (fecondazione) di due gameti aploidi, uno maschile ( ♂ ) e uno femminile ( ♀ ) prodotti dai micro e macrogametofiti. Dalla fusione si origina una cellula diploide lo zigote che per successive divisioni cellulari (mitosi) forma l’embrione dal seme dal quale dopo la germinazione si sviluppa lo sporofito